fbpx

artisti

Giovedì 9 giugno

SIERRE BLUES KIDS / Svizzera

ore 17.30 - PALCO PRINCIPALE

SIERRE BLUES KIDS  è il risultato di un progetto avviato più di 10 anni fa attraverso le scuole di Sierre per presentare, attraverso il canto, la cultura Blues, le radici della musica americana e i valori della tolleranza alla generazione successiva. Prima con il nome di “Blues in School”, il progetto si è trasformato in Funny Blues e infine in THE SIERRE BLUES KIDS. Riunisce, sotto forma di Coro, gli studenti che hanno risposto al desiderio di cantare il Blues, sotto la direzione esperta di Thierry Epiney. Avranno l’onore di aprire questa dodicesima edizione.

SARA ZACCARELLI NU BAND Italie

ore 18.20 - PALCO PRINCIPALE

Cantante, autrice, compositrice e musicista, Sara Zaccarelli è un’artista con una voce ed una capacità d’interpretazione uniche.

Coltiva la sua passione per la musica nera con i Groove City e la crema dei musicisti blues italiani approdando, a soli 20 anni, sui palchi di festival tedeschi, svizzeri e italiani, accanto agli americani Sax Gordon e Toni Green.

Negli anni esplora poi nuove dimensioni come compositrice e autrice a partire dalla collaborazione con la bassista Rita Girelli, con cui fonda la Two Woman Band e, successivamente, con la sua Nu band che ha ricevuto il plauso di storiche band come gli Animals e The Commitments.

Artista eclettica, passa dalla malinconia dei blues tradizionali alla solarità del soul portando con sé la carica del rock n roll e dell’R&B. Ha spiccato il volo con il bel disco d’inediti “Sing for my soul”, uscito nel 2018, un originale progetto musicale neo-soul.

Con questa formazione alterna standard soul e rhythm’n’blues alle sue composizioni e trascina l’ascoltatore in un viaggio tra la solarità e la bellezza delle melodie immortali delle canzoni classiche degli dei del Soul, tra i quali Salomon Burke, Otis Redding, Etta James e Aretha Franklin, con un tocco di spirito interpretando Eartha Kitt fino al rock’n’roll di Tina Turner.

GUT'S / Svizzera

ore 19.40 e 00.15 - PALCO 2

Vincitore del concorso di Vertical Radio “Gagne ta scène au Sierre Blues 2022”.

Il rock sfrenato è la firma di Gut’s! Questo talentuoso quartetto riesce a combinare i suoni degli AC/DC e i boogie degli Status Quo con brio. Il risultato?! Rock rovente di altissima qualità!

WILL BARBER / Francia

ore 20.30 - PALCO PRINCIPALE

Nato a Narbonne, Will Barber ha trovato il suo punto di equilibrio nella musica, nello sport e nella gastronomia. Grazie all’influenza di suo padre, ha imparato a suonare la chitarra. All’età di 17 anni, ha fondato la sua prima band, dalle influenze “punk californiano” e “metal”. Nel corso degli anni, ha raffinato la sua musica e si è esibito sul palco da solo. Grande fan di Ben Harper, è rimasto affascinato dalla famosa chitarra Weissenborn. Appassionato di musica e di legno, il suo network gli confeziona strumenti originali unici, una risorsa che spinge Will Barber a condividere una musica unica che attraversa i continenti.

Al di là di un particolarismo musicale ineguagliato, Will Barber possiede una vera identità rock, il cui stile visivo si impone.

MIKE ZITO feat. KAT RIGGINS USA / Gran Bretagna

ore 22.30 - PALCO PRINCIPALE

Una cosa che la cantante Kat Riggins e il cantante, chitarrista e produttore Mike Zito hanno in comune è che hanno iniziato a suonare da molto giovani. Mike Zito ha cominciato all’età di cinque anni e ha avuto una carriera già da adolescente. Kat Riggins ha cantato insieme a sua sorella e ad altri membri della famiglia fin dalla tenera età. Si è esibita in tutto il mondo e ha pubblicato due album, mescolando il blues con l’hip-hop, il pop, il rock, il gospel e addirittura la musica country. Mike si è fatto un nome sia come artista solista che nella band Royal Southern Brotherhood e ha pubblicato una serie di album, l’ultimo dei quali, Resurrection, è uscito nel 2021. Dopo che Kat ha firmato un accordo con la sua label due anni fa, Mike ha prodotto il suo ultimo album ‘Cry Out’. Ora stanno unendo le forze e si presenteranno insieme a Sierre.

 

Venerdì 10 giugno

ONE RUSTY BAND / Svizzera

ore 17.30 e 19.40 - PALCO 2

One Rusty Band è un esplosivo duo di Ginevra composto da Greg (one man band) che si occupa di voce, batteria, armonica, chitarra e Léa in un’acrobatica tap dance.

La musica dei One Rusty Band ci porta tra il blues degli anni ’50 e il rock n’ roll degli anni ’70. Il mix di strumenti atipici crea quel particolare suono di blues dirty blues rock. Sul palco il duo diventa molto scenografico, grazie alla fiammeggiante danza acrobatica del tip tap e alla batteria esplosiva suonata a piedi.

FREDDIE & THE CANNONBALLS / Svizzera

ore 18.20 - PALCO PRINCIPALE

Vincitori del Swiss Blues Challenge 2021.

Freddie ‘Cannonball’ Albertoni è un bassista attivo da quasi vent’anni sulla scena blues/rock ticinese.

Dopo le proficue esperienze alla guida della formazione rock-blues ‘The Flag’ e al fianco del grande bluesman Bat Battiston, Federico Albertoni decide, nell’autunno del 2018, di assumere il ruolo di frontman, di cantare e di fondare la sua band blues al 100%: Freddie & The Cannonballs. L’attuale formazione è composta da Mad Mantello alla chitarra, dal batterista Roberto Panzeri, dall’organista Andi Appignani e, infine, i sassofonisti Nigel Casey e Olmo Antezana. La sezione fiati permette all’ensemble di proporre quelle sonorità ispirate al blues degli anni ’50, senza però tralasciare un certo tocco di modernità. Il repertorio di Freddie & The Cannonballs è costituito anche da una sostanziosa dose di brani di propria composizione. 

LARKIN POE / Stati Uniti

ore 20.30 - PALCO PRINCIPALE

Rebecca e Megan Lovell, LARKIN POE, le due sorelle polistrumentiste e carismatiche native di Atlanta (Georgia), arrivano in Svizzera con il loro quinto album in studio, “Self Made Man”, pubblicato a giugno 2020 via Tricki-Woo Records. Il lavoro arriva a due anni di distanza dal precedente “Venom & Faith” che ha raggiunto il #1 della Billboard Blues Chart e si è guadagnato una nomination ai GRAMMY® Award per “Best Contemporary Blues Album“.

Il 2020 è stato un anno fruttuoso per le sorelle Lovell che, dopo i molti live streaming su YouTube degli scorsi mesi, hanno deciso di lavorare a un secondo album “Kindred Spirits”, pubblicato a novembre 2020. Un cover album in cui Rebecca Lovell e Megan Lovell reinterpretano brani classici e nuovi.

EMIR KUSTURICA & THE NO SMOKING ORCHESTRA / Serbia

ore 22.30 - PALCO PRINCIPALE

Tra i più originali e celebrati registi della storia del cinema europeo, autore di opere surreali e grottesche con graffianti spunti satirici e memorabili colonne sonore – premiate con la Palma d’Oro a Cannes ed il Leone d’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia – Emir Kusturica in concerto per un’unica data estiva domenica 25 luglio a L’Aquila con The No Smoking Orchestra.

Storica garage rock band fondata nel 1980 a Sarajevo, nella quale il regista suona la chitarra elettrica, la band diventa in breve tempo l’esponente musicale di riferimento del movimento di resistenza culturale sorto negli anni della transizione al dopo-Tito e, nel giro di un paio di anni, diventa popolarissima in tutta la Iugoslavia. Tra censure e cambi di formazione, Emir Kusturica fa il suo ingresso nella The No Smoking Orchestra nel 1986, partecipando alla registrazione del terzo fortunato album. Nel 1998 la band compone le musiche per il film di Kusturica ‘Gatto Nero Gatto Bianco’, Leone d’Argento alla Mostra del Cinema di Venezia dello stesso anno. Dopo un lunghissimo tour mondiale, l’orchestra compone la colonna sonora de ‘La Vita E’ un Miracolo’, il nuovo film del regista presentato a Cannes nel 2004. Negli anni successivi The No Smoking Orchestracontinua a realizzare le colonne sonore dei film di Kusturica, da ‘Il Tempo dei Gitani’ a ‘On The Milky Road’, l’ultimo film del regista che vede, tra le attrici, Monica Bellucci, presentato al Festival del Cinema di Venezia nel 2016.

Due anni dopo viene presentato il nuovo album, ‘Corps Diplomatique‘, prima in Francia e poi con un tour internazionale. Dopo la pausa forzata da pandemia mondiale, riparte nel 2021 la tournée di Emir Kusturica & The No Smoking Orchestra che include, per la prima volta, il concerto a L’Aquila in occasione della rassegna I Cantieri dell’Immaginario.

Ritmi balcanici e commistioni musicali, tra folk, jazz e musiche gitane, sono gli elementi che da sempre caratterizzano questa super band, in concerto con Emir Kusturica nelle vesti di musicista e trascinatore!

SLICK STEVE & THE GANGSTERS / Italie

ore 00.15 - PALCO 2

Quartetto esplosivo formato nel 2011 a Brescia. L’idea è nata da Slick Steve (alias Stephen Hogan), cantante e showman madrelingua inglese e Alle B.Goode, giovane e talentuoso chitarrista riconoscibile per il suo stile Rock’n Roll. A sostenere la sezione ritmica si sono aggiunti in seguito due abili artisti bresciani: Beppe Facchetti (batteria) e Pietro Ettore Gozzini (contrabbasso).

Il progetto è basato su una consapevole contaminazione artistica tra sonorità vintage e moderne, Swing, Rock’n Roll, Rhythm’n Blues e performance circensi, che spaziano dalla magia alla giocoleria.

Non mancate.

Sabato 11 giugno

LINO MUOIO/ Svizzera

ore 17.30 e 19.40 - PALCO 2

Inizia a suonare la chitarra a 16 anni spinto dall’ispirazione di chitarristi come Jimmy Page, Angus Young, Jeff Beck e Van Halen. L’approfondimento di quella musica lo porta inevitabilmente alla scoperta del Blues.

Nel 2000 entra a far parte di un gruppo storico del Blues italiano, i Blue Stuff di Mario Insenga con cui collabora fino ad oggi. Dal 2005 si è dedicato ad altri strumenti a corda della tradizione americana come la lap steel, l’ukulele, il banjo e soprattutto il mandolino.

Nel 2008 esce il primo disco solista “Blues on me” mentre nel 2012, dopo anni di studio e ricerca, realizza “Mandolin Blues”, il primo disco in Italia interamente dedicato al mandolino Blues; un progetto unico ed originale che riceve consensi e apprezzamenti in Italia e in Europa. Nel 2016, continua la ricerca e la sperimentazione con “Mandolin Blues – The Piano Sessions”, dove viene sperimentato il dialogo tra mandolino Blues e pianoforte (con Mario Donatone).

Nel 2017 inizia a lavorare al terzo capitolo della serie dedicata al mandolino con “Mandolin Blues – The Acoustic Sessions” in cui raggruppa e collabora su brani originali e inediti con i migliori bluesmen acustici italiani.

Oltre all’attività live dove con il Mandolin Blues Quartet gira i festival Blues europei, si dedica all’insegnamento e ai workshop relativi al mandolino Blues.

JUSTINA LEE BROWN / Svizzera

ore 18.20 - PALCO PRINICPALE

La cantante e compositrice vive in Svizzera da diversi anni e rappresenta uno stile musicale che associa il blues, il R&B e il Funk all’Afro Pop. Nel 2009 le è stato conferito il premio “Women in Entertainment Award” come miglior band africana a Londra. È conosciuta anche per la sua collaborazione con le formazioni Morblus, Groovepack e Heinz Wirz Band. Un regalo per gli occhi e le orecchie.

Justina Lee Brown è attualmente una delle voci più brillanti del Blues sotto ogni punto di vista ed è emersa come la brillante vincitrice dello Swiss Blues Challenge 2019!

Ha dimostrato il suo impressionante talento durante la sua partecipazione all’International Blues Challenge di Memphis e all’European Blues Challenge!

SUGARAY RAYFORD / Stati Uniti

ore 20.30 - PALCO PRINCIPALE

Tra i più importanti personaggi sulla scena Blues contemporanea americana, grande showman dotato di carisma, personalità, comunicatività e doti vocali straordinarie, Sugaray Rayford sarà sul palco venerdì sera per una performance molto attesa

Nato in Texas, Caron “Sugaray” Rayford ha iniziato la sua carriera musicale all’età di 7 anni, cantando e suonando in chiesa. Cresciuto a Gospel e Soul, Sugaray Rayford si dedica alla musica Rhythm’n’Blues e Funk con gli Urban Gypsys condividendo il palco con Average White Band e Joe Louis Walker. Torna poi al Blues e al Soul, sia come solista che come cantante dei Mannish Boys, con i quali ottiene tre nominations ai Blues Music Awards e vince con “Double Dynamite” il Best Traditional Blues Album 2013. Ottiene anche due nominations come BB King Entertainer al 36° Blues Music Awards e come Traditional Blues Male Artist.

ZUCCHERO / Italia

ore 22.30 - PALCO PRINCIPALE

Tra i maggiori interpreti del rock blues in Italia, Zucchero (all’anagrafe Adelmo Fornaciari) nella sua carriera ha venduto oltre 60 milioni di dischi, di cui 8 milioni con l’album “Oro, incenso & birra”. Oltre a essere il primo artista occidentale a essersi esibito al Cremlino dopo la caduta del muro di Berlino, Zucchero è anche l’unico artista italiano ad aver partecipato al Festival di Woodstock nel 1994, al Freddie Mercury

Tribute nel 1992 e a tutti gli eventi del 46664 per Nelson Mandela. È inoltre stato nominato ai Grammy, con Billy Preston ed Eric Clapton come best “R&B Traditional Vocal Collaboration”. Il suo concerto nel dicembre 2012 all’Istituto Superiore di Arte di L’Avana con oltre 80.000 persone è stato ritenuto il più grande live mai tenuto da un cantante straniero a Cuba sotto embargo. Con oltre 65.000 persone presenti, a luglio 2018 si è esibito ad Hyde Park, in occasione del British Summer Time di Londra, accanto ad artisti internazionali del calibro di Eric Clapton, Santana, Steve Winwood.

La sua musica si è estesa oltre i confini nazionali grazie anche alle numerose collaborazioni con artisti internazionali del calibro di Bryan Adams, Al Green, The Blues Brothers, Solomon Burke, Rufus Thomas, Johnny Hallyday, Tony Childs, Sheryl Crow, Tom Jones, Scorpions, Bono, Jeff Beck, Ray Charles, Eric Clapton, Joe Cocker, Elvis Costello, Miles Davis, Peter Gabriel, John Lee Hooker, B.B. King, Mark Knopfler, Brian May, Luciano Pavarotti, Iggy Pop, Queen, Alejandro Sanz, Sting e molti altri.

GENNARO PORCELLI / Italia

ore 00.15 - PALCO 2

Gennaro Porcelli, una delle punte di diamante della scena blues made in Italy. Chitarrista della band che accompagna Edoardo Bennato, alterna la sua attività con il noto cantautore napoletano a una serie di altre iniziative per le quali affonda totalmente le mani nel blues, la musica che lo ha forgiato.

Così sale sul palco del BB King’s di New York insieme a Jon Paris (il leggendario bassista di Johnny Winter) e Steve Holley (il batterista dei Wings di Paul MacCartney); così come quello del Bitter End, il più longevo e prestigioso club di musica dal vivo della Grande Mela e l’Harrisburg Midtown Arts Center – Stage on Herr – al fianco di Mark Epstein e Michael Noll, batterista di Jason Ricci e, degno di nota, è la sua recente esibizione live con il chitarrista texano Buddy Whittington , storico membro dei Bluesbreakers di John Mayall e con i mitici KEB MO al Teatro di Verona.

VilleDeSierre
LORO
valaisanne_logo
SwissBlues

© 2022 Sierre Blues Festival